Variazioni. Dialoghi in Musica

“Variazioni. Dialoghi in Musica” nasce dall’esigenza di offrire un servizio alla comunità in questo particolare momento di difficoltà e consentire agli artisti e a tutti i lavoratori nel mondo dello spettacolo la prosecuzione delle loro attività. Rispetto alla proposta di un concerto in streaming, che a partire dal marzo 2020 è pratica diffusa per le realtà dello spettacolo costrette, a causa dell’emergenza sanitaria, alla pausa forzata, abbiamo deciso di ideare un format che preveda la registrazione di un concerto di poco meno di un’ora, seguito da un talk vero e proprio insieme all’artista, al presidente e direttore artistico della Fondazione Enrica Ciccarelli Mormone, e ad un ospite, non necessariamente proveniente dal mondo della musica, ma piuttosto da altri settori (dalla moda, ai social media, alla filosofia). Con “Variazioni. Dialoghi in Musica” ci auguriamo di raggiungere un pubblico più vasto rispetto a quello tradizionalmente legato alla musica classica, e di potere dunque permettere a tutti di conoscere e di fruire di questa straordinaria risorsa che è la musica. Sono previste, per il primo palinsesto di “Variazioni. Dialoghi in Musica” otto puntate del format, ognuna con un focus ben delineato, artisti di caratura internazionale o giovani talenti ad inizio di carriera. 

palinsesto:

Roberto Prosseda – “Kleine Klavierstücke”

Tra i pianisti più richiesti di oggi per capacità, intelligenza e profondità di repertorio, Prosseda ha preparato un programma didascalico che dimostra, attraverso l’esecuzione di brevi brani pianistici (da qui il titolo “Kleine Klavierstücke”) come si possa trovare modernità nei classici e le radici nel contemporaneo. Al termine del concerto, un approfondimento sul senso dell’essere musicisti oggi, il rapporto con le nuove forme di fruizione musicale, in un colloquio con uno dei filosofi e saggisti più originali del nostro tempo, Leonardo Caffo, professore di ontologia presso il Politecnico di Torino.

Durata

01:22 minuti

Quartetto Adorno – “Sintesi e distensione”

Il Quartetto Adorno affronta il tema della “lunghezza” in musica con il Quartetto op. 74 detto “delle Arpe” e con una delle opere più enigmatiche di Beethoven ovvero La Grande Fuga. Nel cuore del programma fanno capolino le brevissime e concentrate Sei bagatelle di Anton Webern, che consentono di affrontare il tema della distensione e concentrazione in musica. Distensione e concentrazione, tweet e romanzo, potremmo osare. Quali differenze ci sono nell’uso di questi linguaggi? Ne parliamo con Luca Ciammarughi, pianista, scrittore, conduttore radiofonico e allo stesso tempo molto attivo sui social.

Durata

01:14 minuti

Variazioni – Pacchetto RED (8 episodi)

Roberto Prosseda – “Kleine Klavierstücke”
Quartetto Adorno – “Sintesi e distensione”
Gloria Campaner, pianoforte – “C# – SeeSharp”
Ivanna Speranza ed Enrica Ciccarelli – “Romanze da camera”
Artisti in residenza – “Spazio ai giovani”
Emanuele Arciuli – “American Dream”
Quartetto ø – “Omaggio a Ezio Bosso”
Francesco Libetta – “Il pianista romantico”

Gloria Campaner, pianoforte – “C# – SeeSharp”

Pianista dalla carriera internazionale, curiosa ed eclettica, Gloria Campaner introduce un programma accomunato dalla tonalità di do# minore. C#, see sharp, è anche il titolo del suo workshop, una vera e propria palestra per le emozioni. Insieme al frontman dei Casino Royale, Alioscia Bisceglia, si discute al termine del concerto, di come avvicinarsi alla musica classica e di come uscire dalla propria comfort zone.

Durata

00:56 minuti

Ivanna Speranza ed Enrica Ciccarelli – “Romanze da camera”

Un programma di romanze da camera, con l’intento di dare valore ad un repertorio intimo e salottiero ingiustamente accantonato dai grandi interpreti se non sotto forma di bis. Il lavoro di cesellatura necessario per interpretare le romanze da camera è simile al lavoro di creazione di un capo: ce lo racconta Francesca Liberatore, fashion designer ed ambasciatrice del Made in Italy nel mondo.

Durata

01:00 minuti

Artisti in residenza – “Spazio ai giovani”

Sei giovani Artisti in Residenza (Giulia Rimonda, Trio Kaufman, Valerio Lisci, Cristian Lombardi) ci permettono di affrontare il tema del sacrificio e del sogno della Generazione Z. Lo facciamo insieme a Laura Marzadori, primo violino di spalla dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano.

Durata

01:15 minuti

Emanuele Arciuli – “American Dream”

Arciuli è un pianista che, oltre al repertorio tradizionale, affronta da anni la musica del nostro tempo, con un’attenzione particolare alla musica americana di cui è uno dei massimi interpreti a livello mondiale. L’attenzione a linguaggi diversi, che in fin dei conti si rivelano senza confini, è il tema che affrontiamo insieme a Laura Bosio, scrittrice, editor, e responsabile della scuola Penny Wirton di Milano, che offre lezioni di italiano gratuite ai migranti.

Durata

01:19 minuti

Quartetto ø – “Omaggio a Ezio Bosso”

Il Quartetto ø è formato da musicisti che hanno lavorato e sono cresciuti artisticamente con Ezio Bosso. A seguire, il violinista Giacomo Agazzini insieme a Tommaso Bosso, curatore dell’eredità intellettuale di Ezio, commentano il Bosso compositore e regalano aneddoti sul musicista, grande e instancabile divulgatore, amatissimo e divisivo allo stesso tempo. Preziosissimo bonus, un inedito filmato in cui il Maestro Ezio Bosso dirige l’Amen dallo Stabat Mater di G. Rossini alla guida della “Europe Philharmonic Orchestra” – a Todi in occasione dello Iubel Festival nel maggio 2019.

Durata

01:06 minuti

Francesco Libetta – “Il pianista romantico”

Artista a 360°, pianista, regista, scrittore, presenta un programma dedicato a Listz, Schubert e Chopin. Qual è l’immagine del pianista, al giorno d’oggi, e in che modo cambia rispetto ai pianisti dell’Ottocento? Il confronto con Beppe D’Elia, head stylist, artista dei look delle celebrities, rivela interessanti parallelismi tra musica e coiffure.

Durata

01:18 minuti

0
    0
    Your Cart
    Your cart is emptyReturn to Shop