emma arizza 7.jpg

Emma Arizza, violinista

Nata a Como nel 1996, ha iniziato lo studio del violino a sei anni e si è diplomata nel 2015 con dieci, lode e Menzione d’onore presso il Conservatorio di Como, sotto la guida di Gianluca Febo. Attualmente si perfeziona presso il Royal College of Music di Londra sotto la guida di Jan Repko e con il sostegno dell’Henry Wood Trust . 

Ha iniziato giovanissima la carriera concertistica e ha suonato in Italia e in diversi paesi europei quali Spagna, Austria, Francia, Inghilterra, Svizzera, Russia, Romania, Grecia, Olanda. Ha frequentato le masterclass di Sergej Krylov e Zakhar Bron nella cui classe è stata ammessa presso la Sommer Akademie al Mozarteum di Salisburgo. 

Emma è stata premiata in oltre venti concorsi nazionali ed internazionali, sia in veste solistica sia in trio con le sorelle Carlotta e Beatrice. Collabora con artisti di fama tra cui Gabriel Prokofiev, Nareh Arghamanyan, Christina Wright- Ivanova, Ana Bursac, Yulia Chaplina, Jacopo Taddei, Vittorio Montalti e direttori quali Bernard Haitink, Peter Stark, Martin Andrè, Andreas Laake, Ovidiu Balan. 

Tra i prossimi impegni vi sono i concerti in Cina ove rappresenterà il Royal College of Music per partecipare allo Shanghai Spring International Music Festival e gli appuntamenti quale artista in residenza della Fondazione La Società dei Concerti di Milano per la stagione 2018/2019. 

La stampa e la televisione si sono più volte occupate di lei sottolineando il talento, la passione e il suo entusiasmo per la Musica. 

Emma suona attualmente un violino del maestro Marcello Villa, pluripremiato liutaio cremonese. 


Antonio-Fiumara.jpg

Antonio Fiumara, pianista

 

…“He is a poet. He doesn’t play, he tells a story” Jay Gottlieb

 

Vincitore del prestigioso Premio Abbado 2015, riservato ai migliori allievi dei conservatori italiani, e medaglia di bronzo al “Premio Venezia 2012”, grazie alla quale è stato ricevuto in udienza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha collaborato con importanti enti musicali italiani (Associazione G. Rossini” di Pesaro, “Fondazione Teatro La Fenice” di Venezia, “Maggio Musicale Fiorentino”, “Associazione Bellini” di Messina, “Taormina Festival”, “Università degli Studi di Urbino”, “Festival Liszt” di Albano laziale”,“Associazione Concerti Città di Noto”, “Associazione Umbria Classica”, “LivornoClassica”, “MantovaMusica”).

Rilevanti le sue esibizioni presso il Teatro “La Fenice” di Venezia, il Teatro “Goldoni” di Firenze, la “Sala dei Giganti” di Padova, il Teatro “Rossini” di Pesaro, il Teatro “Sanzio” di Urbino, il “Teatro Greco” di Taormina e il Teatro “Comunale” di Ferrara.

Degno di nota il concerto d’inaugurazione della ventinovesima edizione del prestigioso “Festival Liszt” di Albano laziale, la partecipazione alla celebrazione per il decennale della morte del grande compositore italiano Luciano Berio tenutasi presso il conservatorio “N. Paganini” di Genova, il concerto di chiusura della stagione degli “Amici della Musica di Padova” presso la Sala dei Giganti di Padova e il concerto in ricordo del Cav. Uff. M° Sergio Maffizzoni presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova per “MantovaMusica”.

Ha collaborato con l’”Orchestra Sinfonica del Cherubini” diretta da Paolo Ponziano Ciardi, “I cameristi del Montefeltro” diretti da Stefano Bartolucci e con la “Turkish Youth International Philarmonic Orchestra” diretta da Cem Mansur.

All’attività concertistica solistica e con orchestra, affianca quella di camerista esibendosi in svariate formazioni: duo, trio e recentemente anche quartetto, diventando membro stabile del Quartetto “Werther”.

Ha inoltre partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali ottenendo importanti riconoscimenti, tra cui: il prestigioso “Rina Sala Gallo” di Monza, dove è risultato semifinalista rientrando tra i 6 migliori candidati, “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio (Pt), “Premio Giovannini” di Reggio Emilia, “Premio Gioiella Giannoni” di Piombino (Li); “Pietro Argento” di Gioia del Colle (Ba), “F. Chopin” di Roma, “Città di Albenga”.

Nato a Messina nel 1993 e ottenuto il Diploma Accademico di secondo livello con 110/110 lode e menzione d’onore presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida di Maria Teresa Carunchio, ha seguito masterclasses con Lilya Zilberstein, Arie Vardi, Pavel Gililov, Jan Jiracek Von Arnim, Benedetto Lupo, Tamàs Ungàr, Michele Marvulli, Paolo Bordoni, Giorgio Vidusso, Stefano Fiuzzi (fortepiano), Leonardo De Lisi (liederistica), Alfonso Ghedin (musica da camera). Attualmente segue il Postgraduales Studium presso l’”Universität für Musik und darstellende Kunst” di Vienna nella classe di Lilya Zilberstein.


Jacopo-Taddei.jpg

Jacopo Taddei, sassofonista

 

Nato nel gennaio 1996 a Portoferraio (Isola d’Elba), a marzo 2017 ha conseguito la laurea Magna Cum Laude e Menzione d’Onore al Conservatorio G. Verdi di Milano, con Mario Marzi.

Nell’estate 2016 ha frequenato con una borsa di studio il Berklee College of Music di Boston ed è stato selezionato, tra seicento studenti, per esibirsi al Berklee Performance Center con l’All Jazz Stars. Il successo d’oltreoceano fa seguito ai  22 primi premi assoluti, che Jacopo ha ottenuto, dal 2006 al 2017, in competizioni internazionali e nazionali. Nell’aprile 2018, dopo aver ottenuto il primo premio al Concorso Internazionale Salieri-Zinetti, ha debuttato  in recital a New York ottenendo un grande successo personale.

A giugno 2017, a Montecitorio - come  riconoscimento al talento – gli è stata conferita dalla presidente Laura Boldrini, la Medaglia della Camera dei Deputati.

Interviste a lui dedicate, sono apparse su quotidiani, Repubblica e Il Giorno, mensili, Suonare News, Inside Elba, webmagazines, Jazz Convention, Corriere.it.  Nell’ambito della trasmissione Piazza Verdi in diretta radiofonica sul canale nazionale di Rai Radio3, è stato ospite di interviste-concerto live. E’ stato pubblicato un suo CD da solista allegato alla rivista Suonare News.

Ha tenuto recital per molte società concertistiche in Italia e ha suonato come solista con diverse orchestre collaborando con musicisti di prestigio internazionale quali Antonio Pappano, Daniele Gatti, Yuri Bashmet, Daniel Smith.

Jacopo, ad otto anni comincia gli studi musicali nella Filarmonica di Portoferraio e a nove anni è ammesso con il massimo dei voti a frequentare la classe di Saxofono all’Istituto Superiore di Studi Musicali P. Mascagni di Livorno, dove studia fino al III anno per poi trasferirsi al Conservatorio G. Rossini di Pesaro, sotto la guida di Federico Mondelci. A settembre 2011 supera il Compimento Inferiore con il massimo dei voti e nel giugno 2013 si diploma con dieci e lode e Menzione d’Onore.

Ha studiato con  Mario Marzi, Jean Michel Goury, Francisco Martinez, Lars Mlekush, Anders Paulsson, Jean Marie Londeix, Gerard Mc Chrystal, Claude Delangle.

Molto attivo anche sul fronte della musica contemporanea ha eseguito in diverse occasioni brani in prima esecuzione assoluta. Nel 2016 ha frequentato l’International Saxfest  di Vienna. Dal 2007 al 2011, ha frequentato i Corsi di Perfezionamento Musicale Festival delle Nazioni a Città di Castello; ha partecipato ai Seminari Internazionali Estivi di Siena Jazz. Si è esibito, tra gli altri,  con Pietro Tonolo,  Avishai Cohen, Miguel Zenon, Massimo Manzi, Greg Osby. Ha studiato Jazz con Eddie Daniels, Massimo Morganti, e ha partecipato con il Combo Jazz del Conservatorio di Milano all’inaugurazione del Padiglione Italia Expo 2015 alla Triennale di Milano.


Vittorio-Montalti.jpg

Vittorio Montalti, compositore

 

Vittorio Montalti è nato nel 1984 a Roma.

Si è diplomato in pianoforte con Aldo Tramma al Conservatorio di Roma e in composizione con Alessandro Solbiati al conservatorio di Milano. Si è poi perfezionato all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida di Ivan Fedele ed ha studiato musica elettronica presso l’ IRCAM di Parigi.

Gli è stato assegnato il Leone d’Argento a La Biennale di Venezia 2010 e il premio "Una Vita nella Musica" 2016 dal Gran Teatro La Fenice.

La sua musica è stata commissionata ed eseguita in diverse realtà quali New York Philharmonic, Carnegie Hall, Gran Teatro La Fenice, Teatro dell’Opera di Roma, IRCAM-Centre Pompidou, La Biennale di Venezia e molte altre.

È socio di Nuova Consonanza ed è stato compositore in residenza presso: Istituto Italiano di Cultura di Parigi (2013), American Academy in Rome (2014), Civitella Ranieri Foundation (2017), FortissimissimoFirenzeFestival (2017) e Divertimento Ensemble (2018). 

Sarà inoltre compositore in residenza presso la Società dei Concerti di Milano per la stagione 2018-19.

Fortemente interessato al teatro musicale, ha scritto 2 opere da camera su libretto di Giuliano Compagno, lavorando con registi come Alessio Pizzech, Claudia Sorace/Muta Imago e Giancarlo Cauteruccio. 

Insegna Armonia e Analisi al Conservatorio di Potenza.

La musica scritta fino al 2017 è edita dalle Edizioni Suvini Zerboni.

Dal 2018 i suoi lavori sono pubblicati da Casa Ricordi.


Adorno.jpg

Quartetto Adorno

 

“They play with one mind, beauty of sound, intonation, precision and wonderful musical ideas and expression“  - Geraldine Walther – Takács Quartet

Il Quartetto Adorno si è fatto conoscere a livello internazionale aggiudicandosi il Terzo Premio (con Primo non assegnato), il Premio del Pubblico e il Premio Speciale per la migliore esecuzione del brano contemporaneo di Silvia Colasanti nell’edizione 2017 del Concorso Internazionale “Premio Paolo Borciani”. Nella storia trentennale del Concorso nessun quartetto italiano aveva ottenuto un riconoscimento così importante.

Musicisti quali Alfred Brendel, Paul Badura-Skoda, Miguel Da Silva (Quatuor Ysaye), il Takács Quartet, hanno espresso lusinghieri apprezzamenti per il Quartetto.

Fondato nel 2015 da Edoardo Zosi, Liù Pelliciari, Benedetta Bucci e Danilo Squitieri, si perfeziona presso la Scuola di Musica di Fiesole con Miguel Da Silva (Quatuor Ysaye), A. Nannoni, A. Farulli.

Il nome del Quartetto è un omaggio al filosofo Theodor Wiesengrund Adorno che, in un’epoca di declino musicale e sociale, individuò nella musica da camera una chiave di salvezza per perpetuare un vero rapporto umano, secondo i valori del rispetto e dell’anelito alla perfezione.

Ha tenuto concerti per importanti Società Musicali Italiane come “Amici del Quartetto” di Reggio Emilia, “Ravenna Festival”, “La Società dei Concerti” di Milano, MITO Festival, “Museo del Violino” di Cremona, “Festival dei Due Mondi” di Spoleto, “Festival Internazionale di Musica da Camera” di Cervo, Lucca Classica, Festival di Portogruaro. Nel 2016 il debutto nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano dove si sono esibiti anche con il pianista Paul Badura-Skoda. Tra gli impegni più recenti, i concerti  per “London Chamber Music Society Series at Kings Place” e “Wigmore Hall” di Londra, “Podium für junge Solisten” di Tegernsee,“Unione Musicale” di Torino,“Società del Quartetto” di Bergamo,“Fazioli Concert Hall” di Sacile, “Fondazione I Teatri” di Reggio Emilia”, “Associazione Musicale Lucchese”, “Morellino Classica Festival”, “Accademia Filarmonica” di Bologna, “Policontri Classica” di Torino, Festival Musique Chalosse in Francia.

Vincitori nell’ambito di “2016 ISA Internationale Sommerakademie” del Premio “2. Wiener Schule Preis” per la miglior esecuzione di un quartetto appartenente alla seconda scuola di Vienna, si sono esibiti in diretta radiofonica per la ORF Radio KulturHaus di Vienna. Molto interessato alla musica contemporanea, il Quartetto è dedicatario del brano di Regis Campò Energy/Fly.

Nel 2017 Quartetto Adorno è stato selezionato per il progetto “Le dimore del Quartetto” ed è stato nominato ensemble effettivo di ECMA-European Chamber Music Academy fondata dal Maestro Hatto Beyerle. Tra i progetti futuri, l’integrale dei Quartetti di Beethoven e numerosi impegni in Europa oltre al debutto in Nord America.

 

Con il sostegno del Mibact e di Siae nell'ambito dell'iniziativa "Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura" progetto "In luce gli artisti in residenza"

 
MiBACT-SIAE-Sillumina.png