ARTISTI IN RESIDENZA

Artisti in residenza

La Fondazione La Società dei Concerti ha, fin dall’inizio della sua attività cominciata negli anni ‘80, posto una particolare attenzione ai giovani talenti. E’ stata la prima grande associazione concertistica a creare una stagione ad hoc dedicata esclusivamente ai giovani – gli Incontri Musicali – al fine di promuoverne la crescita personale e artistica, favorendone l’ingresso ad una carriera concertistica. Molti gli esempi di giovani musicisti che hanno mosso i primi passi a livello professionale per la Fondazione Società dei Concerti e che oggi sono considerati artisti di primo piano nel panorama musicale, da Beatrice Rana a Anna Tifu, solo per citare due nomi italiani in una lista internazionale lunga oltre 35 anni…

Dal 2018 l’impegno verso il mondo giovanile passa anche dal programma degli Artisti in Residenza, strutturato e organizzato per permettere ogni anno a un gruppo di giovani under 30 di esprimere le proprie qualità nell’ambito di una stagione concertistica stabile. Il programma mira concretamente a facilitare il dialogo, lo scambio di esperienze e competenze, consente la collaborazione di artisti con altri artisti, contribuisce alla crescita umana, personale e musicale, promuove la visibilità dei musicisti nei confronti di altri operatori culturali, nazionali e internazionali, sviluppando a lungo termine un reale percorso lavorativo. Numerose sono le esibizioni previste e i debutti importanti nel corso dei mesi che prevedono anche collaborazioni e incontri con artisti di fama che divengono consiglieri e tutors d’eccezione.

Dal 2018 a oggi sono stati scelti 27 artisti in residenza: diciotto di loro hanno già completato il programma e, per la stagione 2022/2023, sono sette i giovani musicisti selezionati. Gli artisti in residenza vengono scelti attraverso opportuni ascolti, audizioni e concerti pubblici, incontri interlocutòri, valutazione del percorso di studi, capacità di interagire con altri musicisti e con il pubblico, repertorio e interesse ad apprendere nuovi brani anche contemporanei. Tutto ciò unito ad una sana ambizione e volontà di crescita e miglioramento.

Artisti in residenza 2018
Elisa D’Auria, pianoforte
Quartetto Adorno

Artisti in residenza 2018/2019
Antonino Fiumara, pianoforte
Jacopo Taddei, sassofono
Emma Arizza, violino
Vittorio Montalti, compositore

Artisti in residenza 2019/2020
Federico Nicoletta, pianoforte
Jin, violino
Raffaella Cardaropoli, violoncello

Artisti in residenza 2020/2022 (programma modificato a causa della pandemia)
Cristian Lombardi, flauto
Valerio Lisci, arpa
Giulia Rimonda, violino
Ludovica Rana, violoncello
Luca Kaufman, violino
Chiara Kaufman, violoncello
Valentina Kaufman, pianoforte
Josef Mossali, pianoforte

Artisti in residenza 2022/2023
Monica Zhang, pianoforte
Sofia Manvati, violino
Lara Biancalana, violoncello
Quartetto Goldberg

Il programma degli Artisti in Residenza comincia ogni anno con una settimana musicale in Lombardia, in alta Valtellina: la Mondadizza Music Week, giunta oramai alla IV edizione. In questi sette giorni gli artisti si conoscono e cominciano a preparare i programmi della stagione. A seguire, partendo dall’autunno e fino a maggio dell’anno successivo, tengono concerti a Milano ed in diverse località della Regione Lombardia. La residenza artistica si chiude con il tradizionale concerto di gala in Sala Verdi e stiamo lavorando affinché, dal 2023, il gala possa essere presentato anche all’estero, in importanti città europee e americane.

Dopo la residenza, ogni artista ha ottenuto importanti scritture presso istituzioni italiane e internazionali. A titolo esemplificativo, l’Adorno è uno dei più richiesti quartetti italiani e ha tenuto concerti per importanti istituzioni musicali italiane ed estere, tra cui spiccano il debutto all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e concerti a Londra e a Parigi. È attualmente impegnato nell’esecuzione dell’integrale dei quartetti di Beethoven.

Emma Arizza si esibisce regolarmente in Italia e nel Regno Unito, dove si è recentemente diplomata al Royal College of Music di Londra. E’ inoltre rappresentata dall’agenzia Amusart.

Federico Nicoletta ha suonato in Sala Verdi con I Solisti della Scala e prossimamente debutterà in Germania con l’Orchestra Sinfonica di Norimberga con il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra di Martucci.

Vittorio Montalti ha composto una nuova opera cameristica dedicata ed eseguita dagli artisti in residenza Emma Arizza, Jacopo Taddei e Antonino Fiumara. “The Image Maze”, questo il titolo del trio, è stato edito da Ricordi e commissionato dalla Fondazione La Società dei Concerti.

Jacopo Taddei, definito “Sax hero” dal Correre della Sera, ha tenuto numerosi concerti in ambito tanto nazionale come internazionale, prendendo inoltre parte all’innovativo progetto della Fondazione La Società dei Concerti “Green Fantasy”, che si terrà in Sala Verdi il prossimo 18 maggio.

Sostieni gli Artisti in residenza

Il programma degli Artisti in Residenza, strutturato e organizzato per permettere ogni anno a un gruppo di giovani under 30 di esprimere le proprie qualità nell’ambito di una stagione concertistica stabile.

Dona ora con carta di credito

 

Oppure:
Dona ora con un bonifico
sul conto corrente bancario IT06Z0200801661000003102935.

Per usufruire dell’Art bonus, indicare: causale “ART BONUS – Erogazione liberale a favore dell’attività istituzionale della Fondazione La Società dei Concerti – CF 07441300154”.

Per informazioni scrivere a: info@soconcerti.it  tel +39 02/66984134

Sostengono la Fondazione La Società dei Concerti

Per il progetto Swipe Your Stage

La Fondazione La Società dei Concerti collabora con

La Fondazione La Società dei Concerti fa parte di

0
    0
    Your Cart
    Your cart is emptyReturn to Shop